Contro il razzismo, le divisioni, la paura, la violenza, l’odio

 

 

Domenica 26 Agosto 2018 si è tenuta a Genova una riunione indetta dall'associazione antirazzista "3 Febbraio", a cui hanno partecipato circa 35 persone e 15 organizzazioni, per discutere, di fronte alla vergognosa situazione della Diciotti, di un futuro impegno comune. 

Tutti gli interventi sono andati nel senso di trovare sinergie tra le realtà presenti e affermare l'importanza di incontrarci, conoscerci e sostenere reciprocamente il valore di un impegno quotidiano animato dai contenuti e principi espressi nella dichiarazione di intenti che riportiamo qui di seguito.

Invitiamo tutti i compagni e i cittadini sensibili a queste tematiche e tutti i veri democratici coscienti della grave situazione in cui si trova il nostro paese ad aderire e ad unirsi a noi in questo percorso. 

Le prossime iniziative che vogliamo sostenere saranno il convegno "Il mondo è qui, possiamo renderlo migliore assieme"

 organizzato dall'associazione "3 Febbraio" il 9 Settembre, alle ore 17,00, presso il centro Banchi (ingresso dietro la chiesa di piazza Banchi) e la manifestazione del 29 Settembre ore 15,30 da Piazza Raibetta promossa da Lotta Comunista.

Ad Ottobre invece si pensava di organizzare un evento unitario da definire

 

Ecco il testo della Dichiarazione di intenti comune, uscita dalla riunione tenutasi a Genova il 26 Agosto 2018

 

"E' crescente e preoccupante il razzismo fomentato dal governo attuale, con in

testa il ministro fascioleghista Salvini, che sta cavalcando e alimentando le

divisioni, la paura, l’odio e la violenza nella società.

Crollano ponti, si ergono muri, si chiudono porti e la vita degli esseri umani

viene dopo i loro interessi e giochi elettorali. E' evidente dai respingimenti così

come dallo sfruttamento del lavoro che continua a mietere vittime.

Per contrastare tutto ciò ci impegniamo ad indire iniziative comuni volte

all’unione,

per favorire l’incontro e la conoscenza,

per affermare libertà di circolazione e accoglienza umana e dignitosa per

tutti e tutte,

per l’apertura dei porti, di corridoi umanitari ed il sostegno a tutte le ONG

impegnate a salvare vite a cui va la nostra solidarietà,

per condizioni lavorative dignitose ed eque e la tutela dei diritti e della vita

di ogni essere umano.

Valorizzeremo ogni azione che va in questo senso impegnandoci

quotidianamente in primo luogo a riconoscerla, conoscerla e farla conoscere.

Dopo la tragedia del 14 Agosto a Genova abbiamo sentito l'umanità che ci

accomuna pensando che tutti avremmo potuto essere su quel ponte. Possiamo

sentire più forte la nostra umanità se pensiamo che potevamo esserci tutti noi

sulla Diciotti.

Crediamo che una convivenza solidale, dignitosa ed equa sia benefica per una

vita migliore per tutti e tutte al contrario di quanti vogliono vivere in una

società afflitta dall’inimicizia, dall'odio e dalla violenza."