In ricordo di Kim Jong Il

 

Kim Jong Il

 

 

In occasione della ricorrenza di oggi, 7° anniversario dell'improvvisa scomparsa del grande dirigente, compagno Kim Jong Il, Presidente della repubblica Popolare Democratica di Corea (Corea del Nord), la compagna Miriam Pellegrini Ferri ha voluto ricordarlo con queste bellissime parole.

 

"Scienza, Onore e saggezza sono attributi nobili dedicati ad un grande della politica scientifica, ad uno stimatissimo presidente della Repubblica Popolare Democratica di Corea: KIM JONG IL venuto a mancare il triste 17 dicembre 2011.

Lo ricordo con dolore, ma nel contempo con grandissimo affetto e rispetto. Non posso non ricordare che fu lui a farmi l'onore di essere decretata amica della Repubblica Popolare Democratica di Corea (Corea del Nord) con decreto 7 aprile di dieci anni fa.Un onore e un impegno che fanno parte integrante della mia vita.

Il presidente Kim Jong Il, nato nel Monte Paskun nel corso della lotta partigiana, figlio del padre della patria Kim Il Sung e della eroina partigiana Kim Jong Suk, fu allevato nell'amore per il prossimo e nel rigore di alti sentimenti e ideali.

Fece studi a questo scopo per divenire colto, preparato, capace di assumersi la seria responsabilità che ogni uomo deve sentire il dovere di assumersi.

Fu lui che consigliò il padre di trattenere la nave USA, catturata in una violazione invasiva delle acque coreane, e mandare a casa loro i militari USA catturati.

Divenuto Presidente Kim Jong Il, dopo la dolorosa perdita del padre, spese ogni energia e ogni conoscenza per la crescita, lo sviluppo e la difesa del suo popolo. E a tal scopo scrisse numerosi testi scientifici sottolineando il valore della dottrina Juché e della filosofia Songun.

Sempre presente in ogni posto di lavoro, anche nei più impervi, per sentire dai lavoratori in cosa e come Egli avesse potuto contribuire positivamente.

Nella politica estera era saggio, cauto, ma non abbassò mai la testa. Così si prodigò per mantenere rapporti positivi con la Corea del Sud, seguendo i dieci punti indicati dal padre e quindi favorendo una Unione collaborativa sportiva delle due Coree e con mezzi ferroviari idonei agli incontri desiderati dal popolo diviso dall'infamia imperialista.

Kim Jong Il ha lasciato un vuoto doloroso nei nostri cuori, ma siamo compensati dal figlio, il presidente Kim Jong Un, che continua sulla via indicata dal nonno e dal padre e dà valore ai nostri ideali di giustizia, di pace, di progresso, di cultura, di ricerca per i quali combattiamo da tutta la vita!"

 

MIRIAM PELLEGRINI FERRI_

 

 

Si può leggere due colloqui di di Kim Jong Il con alcuni suoi colleghi  dell'Università Kim Il Sung di Pyongyang sul tema del ruolo del leader nel processo rivoluzionario (apporto nuovo ed originale dell'idea Juché al pensiero comunista) e sulla teoria marxista-leninista in relazione all'epoca in cui si svolsero questi colloqui.

(Colloqui ripresi da: Kim Jong Il, Opere Scelte, vol. 1, Casa Editrice in Lingue Estere, Pyongyang, 2014, pagg. 320-24 e 325-27 ed. francese).

Potete trovare il link sul sito dedicato alla Corea Democratica http://www.gamadilavoce.it/rpdc.html nella sezione dedicata a KIM JONG IL.

Buona lettura.